Slide
Azienda Agricola Arcugnano
Famiglia Capnist
Vicenza / Italy
Slide
L'Agriturismo con alloggio
Sospeso nel tempo e nello spazio, è inserito in un’oasi nel cuore dei colli Berici.
Slide
Il Vino
Bianco, rosso, rosé. Tre declinazioni di colore, un’unica ricerca del gusto
Slide
Gli Eventi
Slide
Il Brunch: La collina, l’aria aperta, gli animali da cortile..
Slide
La Buvette: Solo una sera a settimana, ma la sera giusta, quando gli altri chiudono..

LE NOSTRE ATTIVITA'

Un poggio naturale, una dimora appartata, i cangianti colori della natura
Sulle colline di Arcugnano, a pochi minuti dal centro di Vicenza, un paesaggio di rara eleganza ospita la casa dei Capnist.
Storia, cultura e passione sono gli ingredienti dell’Azienda Agricola Arcugnano, nata da un progetto che integra produzione vitivinicola, ospitalità e location per eventi selezionati.

Agriturismo con alloggio

Sospeso nel tempo e nello spazio, è inserito in un’oasi nel cuore dei colli Berici, a pochi minuti dal centro di Vicenza. Comfort, eleganza e riservatezza non sono optional aggiuntivi, ma tratti distintivi di una soluzione unica e non replicabile.

Vinaria

Bianco, rosso, rosé. Tre declinazioni di colore, un’unica ricerca del gusto. Crediamo nel vino biologico, nella nostra terra, nella passione di una cura ancestrale. Da questo credo nasce il nostro vino. Con il nostro vino raccontiamo la nostra storia.

Sunday Brunch

La collina, l’aria aperta, gli animali da cortile. Un brunch domenicale o un evento a tema sono anche questo. A fare da contorno saranno l’autenticità di una ricetta segreta, i prodotti genuini dell’orto, l’accoglienza della famiglia Capnist.

La buvette

Solo una sera a settimana, ma la sera giusta, quando gli altri chiudono. Per un aperitivo stuzzicando qualcosa, per un dopo cena all’insegna della contemplazione. Uno spazio per ritrovarsi e concludere una giornata in santa pace. Solo d’estate.

Goethe, Viaggio in Italia, 1786

"Nell’avvicinarsi a Vicenza nuove colline, in direzione nord-sud, s’innalzano a chiudere la pianura; sono vulcaniche, a quanto dicono. Vicenza giace ai loro piedi, o, se vogliamo nell’insenatura ch’esse formano"